Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Andare in basso

Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Sab Ott 18 2014, 09:31

ISTRUZIONI:
Racconta la tua convocazione presso l'ufficio del Kage, fermandoti quando bussi alla sua porta. Da li continuo io.

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Sab Ott 18 2014, 10:54

Fino a quel giorno, non ero che uno shinobi soltanto sulla carta. Ero riconosciuto come un Genin, ma ancora non avevo potuto "prestare" la mia forza per il bene del villaggio. Per questo motivo, quando fui convocato al Palazzo dell'Hokage per svolgere "la mia prima missione" reagii con un salto di gioia, irritando non poco mio padre che nelle reazioni era molto pacato. Non che io non lo fossi, ma quell'avvenimento mi provocò un surplus di emozioni e felicità. Corsi quindi a prepararmi, indossando la tipica tuta nera dei ninja del villaggio della foglia, un gilet bianco, una cintura al quale avevo attaccato il portaoggetti, qualche benda sulle caviglie e sui polsi e infine il mio mantello rosso, al cui collo era impresso in nero il simbolo del clan Senju. Ovviamente mi accertai di stringere per bene il coprifronte del villaggio. È il mio momento!
Uscii di casa velocemente, salutando i miei genitori di sfuggita. Erano più o meno le 9 di mattina. Il cielo era prevalentemente sereno, anche se non si trattava di una di quelle fantastiche giornate che ogni tanto Konoha ci regalava. Procedetti con passo spedito, non affrettato, verso la meta. Non dovevo compiere moltissima strada, perché il quartiere Senju era abbastanza vicino al palazzo.
Una volta arrivatoci entrai nell'enorme ingresso. Senza esitare troppo, mi diressi verso l'ufficio, dov'ero atteso. Il percorso prevedeva il compimento di un paio di corridoi abbastanza lunghi e questo non fece altro che aumentare la frequenza del mio battito cardiaco. Per me era un già un onore poter avere un colloquio con l'Hokage, ricevere ordini sarebbe stata una delle cose più belle della mia finora breve vita. Mi innervosii quindi parecchio e quando arrivai dinanzi alla porta dell'ufficio esitai per qualche istante. Dopo aver deglutito della saliva e fatto un respiro profondo, bussai usando la mano destra.
Forza Izuna, mica vuole mangiarti...

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Nervoso
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Sab Ott 18 2014, 23:14

La porta fu aprta da un vecchietto magrolino, con la testa completamente calva e una folta barba. Gli occhi erano nascosti da piccoli occhialini rotondi da sole. indossava una tunica color crema che gli arrivava a coprire fino i piedi. Bene bene giovinotto! Sei qui per una missione, nevvero? Magnifico, tieni e buon lavoro caro. Disse, consegnando una busta a Izuna e congedandolo in pochi secondi, chiudendo la porta. La lettera recava scritto:
Missione di livello D per Izuna Senju. Recarsi presso la villa Kyōfu situata poco fuori le mura est di Konoha. Li troverai una persona ad attenderti, il signor Terogawa, che fornirà ulteriori informazioni.
Il tutto firmato dall'Hokage con tanto di timbro.

ISTRUZIONI:
Un post da 20 righe dove ti dirigi alla villa, e trovi ad aspettarti tal signor Terogawa, un vecchietto dall'aspetto lugubre e cadaverico (descrivilo come preferisci).

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Lun Ott 20 2014, 16:55

Tutta la mia tensione svanì quando ad aprirmi la porta non fu il nostro Hokage, ma un vecchio che non avevo mai visto in giro prima d'ora. Il suo aspetto giustificava la sua invisibilità fino a quel giorni ai miei occhi. Non ebbi comunque troppo tempo per squadrarlo, dato che ricevetti una busta e fui congedato con poche parole. Wow, mi aspettavo un'accoglienza più formale alla prima missione. Non so nemmeno come devo comportarmi.. Ero rimasto un po' perplesso, ma non ero nessuno per giudicare la volontà del nostro Hokage.
La lettera che trovai all'interno della busta indicava che io mi sarei dovuto recare a est delle mura di Konoha, presso la villa Kyōfu. Lì avrei ottenuto le informazioni per lo svolgimento della mia missione dal signor Terogawa. Non persi quindi ulteriore tempo e mi recai con un'andatura sostenuta verso la destinazione indicatami. Il tragitto richiese un po' di tempo, visto che il Palazzo dell'Hokage si trovava nel centro di Konoha e il villaggio era piuttosto grande. Arrivai comunque con poche difficoltà alla villa, che sembrava piuttosto datata e soprattutto trasandata. Come effettivamente indicato nella lettera, trovai alla sinistra rispetto all'entrata di quello che doveva essere probabilmente il parco della villa, un vecchio signore, che stava fissando il cielo verso Nord. Era un uomo dall'aspetto inquietante. La pelle era molto pallida, la barba lunga, incolta e, tanto per cambiare, bianca. Inoltre indossava una lunga tunica viola, con una fascia nera, che, ragionando in modo superstizioso, non lasciava presagire nulla di buono. Mi avvicinai senza farmi sentire, nel modus operandi tipico dei ninja, e quando gli sarei stato alle spalle mi sarei presentato.
Salve, sono Izuna Senju e lei dovrebbe essere il signor Terogawa, giusto? Come dovrebbe sapere, sono stato mandato qui dal villaggio per svolgere una missione. Avrei parlato con un tono il più schietto possibile, anche se, visto l'imbarazzo, non sarebbe stato affatto semplice.

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Leggermente teso
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Mar Ott 21 2014, 09:17

L'uomo non si scompose minimamente e con molta lentezza si voltò di 180 gradi fino a fronteggiare il ragazzo. con sguardo mesto e stanco squadrò dalla testa ai piedi il giovane Izuna, quindi parlò.
Lei dev'essere lo shinobi incaricato della missione, molto bene mi segua... Il vecchio parlava in tono stanco e strascicato, come se si sforzasse di far uscire le parole di bocca. Si incamminò fino all'ingresso quindi una volta davanti al portone d'entrata si fermò.
Questa casa è di mia proprietà da tempo e vorrei venderla ma nessuno intende acquistarla... dicono sia infestata dai fantasmi o cose del genere... Effettivamente si sentono rumori e voci di frequente, oggetti che cadono da soli, porte che si chiudono, insomma cose del genere ma nulla di così preoccupante seconde me... Mah, comunque vorrei che indagasse e scoprisse la ragione di queste "presenze", amesso che esistano. Io l'aspetterò qui, prego la porta è aperta.

ISTRUZIONI:
La villa è su due piani (piano terra e un primo piano). L'interno della casa è estremamente polveroso e vetusto ma il mobilio vario anche se trascurato dimostra un certo buon gusto nell'arredamente. Di fronte a te adiacente al muro di destra c'è una scala che porta al piano superiore, sempre sulla tua destra di fronte alla scala una porta. Alla tua sinistra ci sono altre due porte.
Un post dove esplori un pò l'ingresso poi senti uno strano rumore provenire dalla stanza dietro la porta che sta fronte alle scale.

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Ven Ott 24 2014, 08:14

L'uomo, in modo molto tranquillo, quasi come se non fosse sorpreso del mio arrivo alle spalle, si voltò. Lei dev'essere lo shinobi incaricato della missione, molto bene mi segua...
Lo seguii senza proferire parola alcuna. Non mi andò di rispondergli perché sembrava gli desse fastidio parlare, quindi iniziare un dibattito avrebbe potuto probabilmente infastidirlo. Quando fummo però di fronte al portone d'ingresso, fu, in un certo senso, costretto a riparlarmi.
Questa casa è di mia proprietà da tempo e vorrei venderla ma nessuno intende acquistarla... dicono sia infestata dai fantasmi o cose del genere... Effettivamente si sentono rumori e voci di frequente, oggetti che cadono da soli, porte che si chiudono, insomma cose del genere ma nulla di così preoccupante seconde me... Mah, comunque vorrei che indagasse e scoprisse la ragione di queste "presenze", amesso che esistano. Io l'aspetterò qui, prego la porta è aperta.
Fantasmi?! C'è ancora gente che crede nei fantasmi ?!?! Avrei risposto usando delle parole formali, e un tono piuttosto sicuro. Darò un'occhiata e le saprò dire. Non si preoccupi.
Aprii la porta ed entrai all'interno della casa. Non appena fui dentro non potei fare a meno di appoggiare l'avambraccio destro al naso, visto l'odore di vecchio che vi si respirava. Feci qualche passo in avanti e notai come la numerosa polvere presente sul pavimento aveva formato uno strato piuttosto spesso e camminarci sopra dava una sensazione piuttosto strana, sembrava un pavimento..morbido.
La porta dietro di me si chiuse all'improvviso, ma nonostante questo, una certa luce penetrava dalle finestre presenti sul lato nord e sud della casa. La sala d'ingresso, piuttosto grande, aveva una forma rettangolare ed era parecchio arredata.
Feci ancora qualche passo in avanti, scrutando in giro in cerca di particolari. Nonostante la villa fosse in uno stato evidentemente fatiscente, era impossibile non notare che il mobilio era elegante, tipico delle case aristocratiche di una ventina di anni prima e forse ancora dotato di un certo valore, almeno fra i collezionisti. Per questo motivo rimasi un po' sorpreso nel vedere credenze in ciliegio con rifiniture di classe e un enorme tavolo, sempre in ciliegio, lasciati a marcire in quella topaia.
Nell'angolo davanti a destra notai una scala, probabilmente conducente al piano superiore, poco vicino, una porta che portava in chissà quale stanza. Girando lo sguardo verso la parete di sinistra notai altre due porte.
Continuai la perlustrazione, anche se senza soffermarmi sui dettagli, limitandomi ad osservare. Poi, all'improvviso, sentii un rumore fastidioso, probabilmente lo spostamento di una sedia, proveniente dalla stanza vicino alla scala. Il battito ebbe un leggero aumento, com'era normale che fosse. Per cautela, afferrai un kunai con la mano destra e procedetti verso il luogo da dove proveniva il rumore.
Chissà chi è stato..

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Concentrato
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Sab Ott 25 2014, 18:50

ISTRUZIONI:
La stanza è una sala da pranzo (descrivila come preferisci), ispezioni la stanza ma non trovi nulla di utile. Dopodichè senti come un rumore di "passetti", molto rapidi, provenire dal piano superiore. Subito dopo un rumore di vetri rotti abbastanza forte arriva da una delle due stanze di fronte alla tua, non sai quale. Scegli dove andare poi da li proseguo io.

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Mar Ott 28 2014, 13:57

Giunto alla porta, cercai di muovermi il più silenziosamente possibile, per non spaventare eventuali soggetti presenti all'interno della stanza. Prima di aprire la porta, che era socchiusa, avvicinai l'orecchio destro per provare a percepire nuovi rumori. Non essendo così, spinsi inizialmente piano piano la porta e una volta apertala di 60/70° diedi una spinta maggiore, spalancandola e contemporaneamente puntai il kunai di fronte a me. Ma non c'era nessuno. Accidenti, speravo di beccare immediatamente il problema di questa casa.. Leggermente sconsolato, mi introdussi all'interno della stanza, appurando che si trattava di una sala da pranzo. Era piuttosto grande, con una grande finestrata di fronte alla porta, che dava ad un bosco piuttosto tetro. Al centro vi era un enorme tavolo in legno ciliegio con una tovaglia vecchia, sporca e malandata. Ai lati vi erano rispettivamente a destra una credenza con posateria varia e a sinistra un quadro piuttosto emblematico, rappresentante un cervo che, nella sua maestosità, scrutava il sentiero in mezzo al bosco, domandandosi se fosse la via da intraprendere oppure no. Vi era inoltre un lampadario, che a malapena restava appeso e quindi era piuttosto pericolante. Era tutto arrugginito, quindi non doveva essere poi così pregiato, ma comunque, ai suoi tempi, avrebbe dovuto fare un'ottima figura, dato che catturava facilmente l'attenzione. In giro per la stanza vi erano inoltre dei tappeti arrotolati ed un carrello per il trasporto del cibo. Sedie ve ne erano sparse a destra e a sinistra, in totale 5. Mi addentrai ancor di più dentro la stanza, con l'intento di perlustrala in cerca di stranezze. Aprii numerosi cassetti, ma oltre a vecchia posateria e ad un mucchio di polvere, che mi fece tossire diverse volte, non trovai niente. Ma proprio quando mi stavo rassegnando e avviando verso l'uscita, un rumore agghiacciante di passetti provenienti dal piano superiore mi raggelò. Che cosa può essere stato?!?! Feci per avviarmi velocemente verso il piano superiore, ma non appena uscii dalla sala da pranzo, sentii un forte rumore di vetri rotti provenienti da una delle due stanze che si trovavano a sinistra rispetto all'ingresso principale. Decisi quindi di avvicinarmi, ma non sapendo con precisione da dove provenisse il rumore, dovetti scegliere a caso ed optai per la stanza più vicina all'ingresso.

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Turbato
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Lun Nov 03 2014, 12:06

ISTRUZIONI:
Un post dove ispezioniu la stanza, una cucina, di vecchio stampo e molto classico: rubinetteria di ottone, ripiani di marmo bianco, ecc... A terra noti i cocci di quella che una volta era una tazza in porcellana. Cerchi un pò nella stanza ma non noti nulla di particolare, se non che ci sono delle piccole traccie sulla polvere del mobile dove prima risiedeva la tazza. Non capisci cosa abbia prodotto i segni, sembra quasi una mano che abbia trascinato con se la polvere mentre spingeva la tazza ma non ne sei certo. La porta dietro le tue spalle si chiude di botto e senti di nuovo i passettini salire su per le scale.

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Lun Nov 03 2014, 19:05

Entrai dentro la stanza, questa volta senza esitare in alcun modo e all'apparenza sembrò tutto in ordine, sempre che di ordine si potesse parlare. Si trattava di una cucina, dall'apparenza davvero lussuosa. Mi addentrai per ispezionarla in modo più approfondito. Gli armadi erano disposti ad angolo e al centro vi era un ripiano di lavoro, interamente in marmo bianco. Marmo che si trovava anche nei ripiani vicino ai fornelli e al lavandino. Questo, anche se presentava alcuni segni di usura del tempo, era interamente in ottone, una lega piuttosto diffusa, e che si abbinava alla perfezione con i ripiani bianchi. Provai ad aprire le porte degli armadi, anche se piuttosto pericolanti, e come per le credenze nella sala da pranzo, non trovai altro che polvere, oltre a qualche oggetto tipico di un ambiente culinario, vale a dire pentole, coltelli, ecc.. Con calma circumnavigai il ripiano centrale, cercando sempre di captare anche la minima presenza. All'improvviso pestai dei cocci di una tazza di porcellana, che evidentemente non poteva essere cascata da sola e che probabilmente era la causa del rumore che mi aveva attirato nella stanza. Diedi un'occhiata sul ripiano adiacente e notai come dei segni sulla polvere, intuendo che probabilmente la tazza era stata spinta, o trascinata, da una mano. Purtroppo non avevo ulteriori prove, quindi la mia restava un'ipotesi. Chissà chi è stato a spingere questa tazza a terra... Assorto nei dubbi, all'improvviso la porta si chiuse. Riuscii a stento a trattenere un grido di spavento. Ero rimasto terrorizzato. Poi, subito dopo, ancora una volta un rumore di passi, questa volta provenienti dalle scale. Chiunque tu sia, ti beccherò. E vedrai che non sarò tanto buono nei tuoi confronti..non mi piace essere preso in giro..

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Infastidito
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Ven Nov 07 2014, 10:26

ISTRUZIONI:
Ti dirigi su per le scale ma non hai idea di dove sia andato il tuo bersaglio. Alla tua destra si trova subito una porta adiacente le scale. Alla tua sinistra un corridoio con alla destra due porte distanti 2 metri l'una dall'altra e alla sinistra finestre che danno sul giardino retrostante la casa. Scegli una stanza da esplorare, descrivila come preferisci. Non trovi nulla di quello che cerchi ma un rumore di catene e mugolii proveniente da una stanza a quel piano ti fa gelare il sangue nelle vene. Scegli se proseguire nell'esplorazione o dartela a gambe! Smile

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Ven Nov 07 2014, 20:20

Con passo svelto mi diressi verso le scale, ovviamente dopo aver riaperto la porta che qualcuno o qualcosa aveva chiuso. Una volte salite, in modo molto guardingo, giunsi ad un piano sviluppato in modo diverso rispetto al piano terra. Una porta mi era di rapido accesso sulla destra, un corridoio non molto lungo, con altre due porta sulla parete di destra, era alla mia sinistra. Inoltre vi erano due finestre, chiaramente sul lato a sinistra che presumibilmente davano al giardino anteriore. Avendo sentito la prima volta un rumore di passi provenienti chiaramente sopra alla testa, decisi di esplorare in prima battuta la stanza più vicina. Entrandovi però non trovai quanto sperato. Si trattava di uno stanza dedicata all'intrattenimento, con una grande libreria ancora piena di libri sulla destra. Una finestra frontale alla porta dava al bosco. Nella stanza il cui pavimento era un parquet piuttosto datato vi era un enorme tappeto di forma circolare con dei motivi banali, ma colori decisamente inusuali come il viola e il granata. Sopra di esso una poltrona, di color verde muschio, anch'essa dall'aspetto molto datato. Sulla sinistra inoltre era presente una scrivania, sulla quale vi erano sparse numerosi fogli, sui quali vi erano bozze di paesaggi e una sedia. A completare "l'opera" vi era un lampadario, leggermente (ed insolitamente) decentrato verso sinistra. Guardai in giro in cerca di indizi, ma non trovai niente di diverso rispetto alle altre stanze. Qui c'è qualcuno, ne sono sicuro, ma dove?
Stavo per abbandonare la stanza sconsolato, quando un rumore di catene ed un mugolio di lamento mi rabbrividirono in un modo impressionante. Il mio primo sospetto fu che si trattasse di un qualche prigioniero. Dopo lo shock iniziale, pensai che quella che stavo svolgendo quel giorno era una missione ufficiale assegnatami dall'Hokage in persona (o da un suo vecchio delegato, poco importava) e che per nulla al mondo mi sarei tirato indietro. Perciò invece di scappare come qualcuno avrebbe fatto corsi incontro verso la fonte, o quella che credevo essere, ovvero la stanza in fondo al corridoio.

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Responsabilizzato
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Sab Nov 08 2014, 17:28

ISTRUZIONI:
Ti dirigi nella stanza in fondo al corridoio, trattasi della camera da letto (descrivilita come ti piace). Dopo un'accurata ispezione anche qui è l'ennesimo buco nell'acqua se non che mentre cerchi indizi la porta alle tue spalle si chiude di colpo! L'aria nella stanza comincia a farsi gelida e alle tue spalle compare una figura umana alta due metri ma molto nebbiosa, indistinta! La vedi a mlapena con la coda dell'occhio ma come ti volti non c'è nulla. La porta si riapre e un'ombra piuttosto piccola sgattaiola fuori dalla stanza. Decidi come agire!

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Lun Nov 10 2014, 19:13

In modo molto cauto, un passo alla volta, giunsi alla stanza dalla quale supponevo che il rumore fosse provenuto, vale a dire l'ultima sul lato destro del corridoio. Spinsi con molta cautela la porta per aprirla. Ero convinto al 100% di trovare il motivo per il quale la casa era stregata. Purtroppo però, all'apertura della porta si presentò dinanzi a me una stanza da letto, la quale, oltre i segni del disuso, non presentava nulla di strano, almeno a prima vista. Accidenti, non ne posso più.
La cosa, invece che consolarmi, mi gettava nello sconforto. Ormai ero stufo di aggirarmi per quella casa la cui atmosfera era da brividi. Non vedevo l'ora di sbarazzarmi del problema, anche se non sapevo di cosa si trattasse, e di tornarmene dal vecchio signore, che a pensarci aveva un aspetto non così allegro, per dirgli di aver ripulito la casa da ogni possibile presenza in ogni centimetro cubo. Senza contare che ormai cominciavo ad avere paura, la quale, insieme alla frustrazione descritta in precedenza, formava un mix di emozioni paragonabile ad un gancio destro di un pugile.
Non mi restava quindi che ispezionare anche quest'ultima stanza, sempre alla disperata ricerca di un banale indizio che potesse almeno confermarmi la presenza di un essere. Ed anche se non ero in vena di emozioni piacevoli, dovevo ammettere che quella stanza da letto era veramente bella. Il letto matrimoniale, tipico della tradizione giapponese medioevale, era assai bello. Si trovava esattamente al centro della stanza. La struttura in legno, che rialzava il materasso di 30 centimetri o poco più, era in perfette condizioni. Lo era pure il materasso, anche se non era posizionato nel modo giusto, ma spostato orizzontalmente, tanto che la parte sinistra rispetto alla mia posizione si appoggiava sul pavimento. Pavimento che era un parquet che, a parte lo strato di polvere a cui ci avevo fatto l'abitudine, sembrava essere in condizioni perfette, segno che la stanza venisse trattata con una cura speciale. Non solo, il pavimento si combinava con il mobilio in un modo assai eccezionale. In tutte le stanze che avevo visitato prima di questa, i mobili erano in ciliegio. Probabile che in questa stanza, dove dormivano le persone più importanti della famiglia, si decise di fare un'eccezione, per rimarcare l'importanza. Una credenza sul muro di destra, sulla quale vi erano diverse cornici, di materiale anche pregiato, anche se prive di foto(rimosse quasi sicuramente), un incredibile armadio largo quasi quanto la parete sulla sinistra. Questo armadio presentava 4 porte a scorrimento, due laterali in legno, due centrali sulle quali erano riposti due enormi specchi, che chiudendosi, ne formavano uno più grande. Purtroppo lo specchio di destro aveva una crepa e non potevo interpretarlo come un segno fortunato. A completare l'opera altri tre elementi incredibili. Un lampadario, molto semplice, a forma di lanterna, che nella sua semplicità risaltava in un modo incredibile all'interno di quella stanza. Un altro quadro enigmatico appeso a sinistra della porta, che rappresentava un'onda gigantesca in procinto di immergere addirittura una montagna, in uno tsunami assolutamente anormale. E l'ultimo elemento: una finestrata, alle spalle del letto, dalla quale si aveva una veduta straordinaria della grande foresta che circondava Konohagakure no Sato. Decisi di dare un'occhiata, e per un attimo dimenticai la missione, immerso nella bellezza della natura.
Si narrano le gesta degli eroi, ma la natura è sempre lì a ricordarci che la cosa più maestosa è lei.
All'improvviso però, quell'atmosfera fu spezzata dalla chiusura della porta. Di soprassalto e pieno di spavento, mi voltai. Con la coda dell'occhio un enorme ombra, che non riuscivo a distinguere bene, si trovava di fronte all'entrata. Poi la porta si riaprì e vidi una piccolissima presenza muoversi per allontanarsi in direzione del corridoio. In quegli attimi fugacissimi mi sembrò di aver perso anni di vita. Ero letteralmente terrorizzato, volendo in modo ancor maggiore rispetto al rumore di catene sentito in precedenza. Per tutti i ninja del mondo, che cosa diavolo era quella cosa?!?!
Una brezza di corrente fredda soffiò nella stanza e io rimasi interdetto per qualche secondo, pensando al modus operandi dopo quello shock. Cosa posso fare? Non so se è un'idea giusta seguire quell'ombra..forse dovrei chiedere aiuto a qualche ninja più abile e sicuramente più esperto di me, come Gamushi-sensei.. Poi, all'improvviso, come era successo in precedenza, fui pervaso da un senso di responsabilizzazione incredibile. Sono un genin della Foglia! Non avrò paura di nessun mostro! L'Hokage fa affidamento a me!
Uscii dalla stanza in modo svelto, pronto per entrare in quella immediatamente accanto, sulla sinistra. Questa volta siamo alla resa dei conti. Qualsiasi cosa sia, essa non mi sfuggirà!

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Responsabilizzato
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Mer Nov 19 2014, 11:10

ISTRUZIONI:
Come esci dalla stanza vedi la piccola ombra sgattaiolare al piano di sotto, lasciando piccole impronte poco chiare sulla polvere. Non riesci a capire cosa sia ma le impronte conducono nuovamente alla cucina. Entrando non trovi nulla a vista d'occhio ma senti un rumore provenire da dietro l'anta di un mobiletto ad altezza piedi. Decidi se aprirlo o agire diversamente, poi continuo io.

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Gio Nov 20 2014, 13:59

Non appena ritornai nel corridoio, le mie intenzioni cambiarono, perché vidi quella che era probabilmente la stessa ombra piccola di prima scendere le scale per tornare al piano terra.
Allora vuoi giocare a nascondino eh?! Se solo avessi un'abilità sensitiva come il fiuto di un cane oppure gli occhi di uno Hyuga. Ti avrei di sicuro già stanato!
Senza perdere troppo tempo prezioso, perché l'ombra piccola si muoveva in modo molto agile, mi diressi verso le scale, anche se non potei fare a meno di notare delle piccole impronte lasciate sulla polvere. È molto probabilmente un animale, un roditore, ma mi chiedo come possa una creatura di così piccole dimensioni, creare tutto questo scompiglio..
Scesi le scale a chiocciola, saltando anche più scalini contemporaneamente e rischiando forse di cadere e farmi male. Ma non era quello il mio pensiero, sentivo di essere prossimo alla risoluzione di quel mistero e volevo essere il più celere possibile. Una volta giunto al piano terra, diedi una rapida occhiata al pavimento polveroso, per scovare altre eventuali tracce, come nel piano superiore, e fortunatamente fu l'idea giusta, perché delle nuove impronte, sembravano condurre alla cucina, che avevo già avuto modo di visitare in precedenza.
Ormai siamo alla resa dei conti! Il contatto visivo, anche se minimo, che avevo avuto con l'ombra misteriosa, mi aveva indotto a terminare il silenzio che avevo mantenuto durante tutta la visita alla villa, e, come avevo fatto poco prima, decisi di comportarmi in modo forse poco convenzionale per uno shinobi per cercare di mostrare la mia determinazione. È inutile che continui a scappare, so dove sei!
Entrai nella cucina, la cui porta era rimasta spalancata per causa mia in precedenza. In modo assai guardingo, mi assicurai di captare ogni minimo movimento ci fosse nella stanza, e per assicurarmi che la "preda" non potesse scapparmi, chiusi anche la porta. A vista d'occhio non vi era nessuna traccia di cambiamento rispetto a prima. Nessuna impronta sul pavimento, i cocci in ceramica erano rimasti nello stesso identico punto, gli anti degli armadi erano tutti chiusi. Non mi restava che procedere con una nuova ispezione, che a onor del vero mi infastidiva leggermente, ma non vi era altra scelta. Nel preciso momento in cui però mi abbassai per dare un'occhiata sotto al tavolo, un rumore proveniente dall'interno di un mobiletto sotto ai fornelli catturò la mia intenzione. Ormai sei mio! Mi avvicinai al mobile in modo silenzioso, misurando ogni passo. Una volta che fui a circa un metro di distanza, estrassi un kunai con la mano destra dal taschino, assumendo una posizione da silent killer, ovvero mantenendo il kunai puntato avanti a me ed accovacciandomi leggermente. Avrei aspettato per qualche minuto un nuovo segno. In caso contrario, avrei sistemato le cose con un approccio meno attendista.

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Concentrato
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Lun Nov 24 2014, 15:00

Istruzioni:
Dopo un pò che aspetti continui a sentire un mugolio da dentro lo spertollo, ehm sportello XD. Non sembra intenzionato ad uscire quindi apri pronto a versare sangue e una piccola figura si palesa ai tuoi occhi. E' un Tanuki, anche conosciuto come cane procione. E' raggomitolato in fondo al mobile, visibilmente spaventato e tremante. A te la scelta su come agire Wink

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Gio Nov 27 2014, 14:34

Dopo qualche attimo di silenzio assoluto e quasi surreale, un nuovo rumore provenne dal mobiletto che stavo fissando con attenzione. In quell'occasione, dato che ero focalizzato in quella direzione e non aspettavo altro, riuscii a distinguerlo come un mugolio di un animale. È un animale al 100%. Forse è meglio che smetta di perdere tempo e concluda questa missione. Non sapevo che animale aspettarmi, ma date le dimensioni dell'ombra, come avevo già fatto in precedenza, pensai che si potesse trattare di un roditore. Nel frattempo cominciai a pensare come fosse ridicolo che per tutto il tempo un roditore si fosse preso gioco di me, domandandomi se non ci fosse qualcos'altro di strano in quella villa. Dato che l'animaletto non sembrava intenzionato a farsi vivo, fui "costretto" a farmi avanti io, quindi colmai la distanza tra me e il mobiletto con un passo e con la mano sinistra, andai ad aprire lo sportello, che si apriva verso sinistra. Nel frattempo avrei mantenuto sempre il kunai con la mano destra puntato avanti a me. Dopo qualche attimo di fibrillazione, notai che sul fondo del mobile vi era una figura, che presto classificai come un Tanuki, animale a quattro zampe piuttosto diffuso. Come può essere? Un tanuki mi ha preso per i fondelli per tutto questo tempo?!?!
Ero lì pronto ad aspettarmi un ratto brutto, con occhi rossi, artigli lunghi ed affilati, invece mi trovai di fronte un piccolo procione, indifeso, impaurito, tremante e raggomitolato per la paura dal sottoscritto. Il suo folto pelo era bruno e suoi occhi scuri erano lì che mi fissavano. Abbassai il kunai, riponendolo nel taschino portaoggetti della mia cintura, quindi mi piegai ulteriormente, appoggiandomi successivamente sulle ginocchia e fissando la creatura indifesa.
Sei stato tu a farmi tutti questi scherzi? Non è stato molto carino da parte tua..però sei la mia missione, quindi devi venire fuori con me. Sono sicuro che troverai un'altra casa.. In seguito, con un gesto della mano destra, cercai di invitarlo ad uscire, cercando di convincerlo del fatto che non gli avrei fatto del male.
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Zelgadis il Ven Nov 28 2014, 14:41

ISTRUZIONI:
La piccola creatura pare diffidente e poco incline nel farsi toccare. Dopo qualche tentativo infruttuoso senti la porta d'ingresso della casa aprirsi con un cigolio da pelle d'oca. L'animale ne aprofitta subito per schizzare fuori di casa! Parti all'inseguimento ma come esci noti un'uomo che scansa in malo modo l'animale che corre in direzione della vicina fauna. L'uomo, sulla trentina, ti vede e bloccandoti gentilmente riconoscendoti come shinobi si presenta, dicendo di essere il signor Terogawa e domandandoti se sei tu il ninja che aveva richiesto per ispezionare la casa. Descrivi la tua reazione poi continuo io Smile

_________________

Maestro della suprema tecnica della palpatina discreta ma efficace dell'uccello padulo di Nanto!
Zelgadis
Zelgadis

Messaggi : 265
Data d'iscrizione : 18.04.14
Età : 34
Località : Rotta maggiore

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da apex194 il Dom Nov 30 2014, 13:16

I miei tentativi di convincere il tanuki sul fatto che fossi completamente inoffensivo si rivelarono completamente vani. D'altronde lo avevo rincorso per parecchio tempo ed era normale che la creatura non si fidasse di me. Accidenti..sarò costretto a fare qualche danno a questo mobilio..oppure fare male a questa bestiolina.. Ero indeciso sul modus operandi. Da una parte, preservare l'incolumità dell'animale, dall'altra il completamente perfetto della missione. Cuore contro cervello, cliché più che banale. All'improvviso però, un fatto mi distolse da questo dubbio amletico. La porta dell'ingresso principale, o almeno supponevo si trattasse di quella, si aprì, provocando un cigolio acuto e soprattutto inquietante, che mi distrasse per qualche attimo. Il tanuki, lesto e furbo come una volpe, se ne approfittò. Sfilò celermente davanti ai miei occhi, uscendo dalla cucina, e aprendo la porta con esperienza, per poi uscire dall'ingresso, facendosi scansare in modo confusionale da un uomo che era entrato nella villa. Io non avevo perso tempo ed ero corso dietro al tanuki, quando lo stesso uomo mi bloccò, afferrandomi per il braccio sinistro. L'uomo aveva un aspetto giovanile, sulla trentina. Portava dei lunghi capelli castani e nessuna barba. Indossava una tuta sportiva e un paio di scarpe da corsa. Perdonami, vedo che sei uno shinobi. Sono il signor Terogawa. Posso chiederti gentilmente se sei tu il ninja che avevo richiesto per l'ispezione dell'edificio?
Lei è il signor Terogawa?!?!?! Allora chi era quel tizio fuori dalla villa? Un parente o un impostore?
Sì, sono io il ninja delegato dall'Hokage per questa missione. E sicuramente si starà domandando perché sono già dentro alla villa..ecco..non che non avessi la pazienza di aspettarla..però un signore, più anziano di lei, si era presentato con lo stesso nome, appena fuori dall'entrata e mi aveva incaricato dell'ispezione..
La situazione era piuttosto imbarazzante e continuavo a chiedermi chi fosse quel signore anziano, che si era presentato con lo stesso nome, incontrato in precedenza

Statistiche di Izuna Senju
Stato Fisico: Illeso.
Stato mentale: Confuso
Forza: 7
Resistenza: 5
Velocità: 5
Chakra: 75

Equipaggiamento:
15x Kunai
20x Shuriken
5x Fumogeni
1x Mantello
apex194
apex194

Messaggi : 175
Data d'iscrizione : 18.05.14
Età : 24
Località : München

Torna in alto Andare in basso

Re: Missione Liv. D: La casa stregata (apex194)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum